Venerdi 9 Dicembre

L’Atalanta stoppa il Milan, Mihajlovic vede il bicchiere mezzo pieno: “è un punto guadagnato”

LaPresse/Spada LaPresse/Spada

L’allenatore del Milan commenta ai microfoni di Sky il pareggio contro gli uomini di Reja che avrebbero meritato qualcosa in più

E’ la partita più importante della stagione“, così Sinisa Mihajlovic aveva definito alla vigilia la sfida contro l’Atalanta.

 LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

L’obiettivo era quello di portare a casa la quarta vittoria consecutiva per portarsi a meno uno dalla zona Champions, ma invece è arrivato un pareggio senza reti che non soddisfa l’allenatore serbo che a Sky commenta: “vedo un Milan che ha le qualità per poter puntare a quello che è il nostro obiettivo, ovvero i primi tre posti. Ancora è presto per parlarne, ci sono ancora tante partite.  Stasera è sicuramente un punto guadagnato, non siamo stati gli stessi di Roma e l’Atalanta meritava qualcosina in più. Oggi però avevamo tre giocatori importanti fuori, Bertolacci, Bonaventura e Alex. I loro sostituti hanno fatto bene fino a quando hanno avuto le forze, Montolivo e Cerci hanno recuperato all’ultimo dopo essersi allenati poco. I ragazzi hanno dato il massimo, quando non si vince l’importante è non perdere e per questo bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno.

 LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Abbiamo allungato la striscia positiva, non abbiamo subito gol e adesso sfruttiamo la sosta per ricaricare le pile e recuperare qualche giocatore importante. La difesa? Stiamo migliorando, ma nelle passate partite le reti subite sono state frutto di errori individuali e non di reparto. Niang? E’ un giocatore molto migliorato dopo l’esperienza di Genova. E’ sicuramente una risorsa in più, quando recupereremo tutti avremo più risorse a disposizione“. Infine l’allenatore del Milan commenta l’ottima prova di Donnarumma, capace di evitare la sconfitta dei rossoneri con tre parate decisive: “ci può stare una serata così dopo tre vittorie consecutive, oggi abbiamo avuto fortuna e un grande Donnarumma. Gigi ha dimostrato di essere un buon portiere, il futuro della Nazionale e del Milan“.