Sabato 3 Dicembre

Lapo Elkann su Tavecchio: “avremmo potuto scegliere molto molto meglio”

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Lapo Elkann non le manda a dire a Tavecchio: le frasi imbarazzanti pronunciate rappresentano l’ennesima gaffe del presidente FIGC

La gaffe ormai è nota: Tavecchio che parla in tono confidenziale ma si lascia andare a commenti retrogradi e decisamente razzisti, parlando di “ebreaccio” e “omosessuali da tenere lontani” da lui che è normalissimo. Facile immaginare, per fortuna, la condanna unanime e il web pronto a ridicolizzare il presidente della FIGC, mica l’ultimo arrivato.

Nell’era dei social non potevano mancare i commenti di personaggi famosi, più o meno legati al mondo del calcio: Lapo Elkann ha utilizzato i suoi profili social per dichiarare tutto il proprio sdegno nei confronti di tali frasi, gaffe tremenda che a suo dire non fa che aumentare il senso di rimpianto.

11333394_1611151015817069_829561138_nSono una vergogna le parole di antisemitismo pronunciate da Tavecchio. Lo sport deve unire le religioni e le nazioni e sopratutto chi lo rappresenta ha il dovere di farlo. Sempre” – queste le parole senza appello di Lapo a corredo di una foto proprio di Tavecchio, rincarando in giornata la posta, pubblicando una foto di Demetrio Albertini, il grande sconfitto nella corsa alla poltrona proprio da Tavecchio – “avremmo potuto scegliere Molto Molto Meglio per il Presente e per il Futuro del nostro calcio Italiano e sicuramente non saremmo qui a difenderci dagli attacchi degli altri Paesi sui commenti disumani di Tavecchio”.

Colpisce inoltre il tentativo di Tavecchio di rimediare all’uscita tremenda: tante volte basterebbero delle semplici scuse.