Sabato 3 Dicembre

Lacrime per Lomu, arrivano anche le condoglianze della Regina Elisabetta

Lapresse/PA

La famiglia ha anche dato l’assenso ad una cerimonia pubblica affinché Lomu possa essere ricordato da tutti i suoi fan

La famiglia di Jonah Lomu ha deciso! Sarà organizzata una cerimonia pubblica per dare l’ultimo saluto alla leggenda degli All Blacks, scomparso prematuramente all’età di 40 anni per un infarto.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Stabilito anche il luogo in cui i fan potranno salutare per l’ultima volta il loro idolo, sarà lo stadio Eden Park di Auckland ad accogliere per l’ultima volta il più grande giocatore All Black di tutti i tempi. La cerimonia pubblica anticiperà di un giorno i funerali privati, durante i quali la famiglia di Lomu si stringerà nel proprio dolore. “E’ un momento triste per tutti noi — ha detto il suo ex allenatore John Hart, portavoce della famiglia — non ci sarà un altro Jonah Lomu. Sono grato per il supporto che abbiamo avuto dal governo e dalla municipalità per questo momento in cui Jonah sarà ricordato”. Alla famiglia dello sfortunato rugbista arrivano anche condoglianze reali, cioè quelle della Regina Elisabetta che ha chiesto, al primo ministro della Nuova Zelanda John Key, di comunicare alla vedova Nadine e ai due figli la propria vicinanza.

regina Il suocero di Lomu, Mervyn Quirk, ha voluto ringraziare “tutte le persone che hanno espresso la loro vicinanza alla nostra famiglia in questo momento incredibilmente difficile. Siamo veramente toccati dalla effusione di amore per Jonah e il sostegno per la nostra famiglia. Mentre piangiamo per un marito, padre, figlio, fratello e compagno di buono, sappiamo che molte persone in Nuova Zelanda e in tutto il mondo sono in lutto per una persona molto speciale”. Il portavoce della famiglia poi ha spiegato ai media il momento in cui Lomu è spirato: “è andato a letto martedì sera e stava bene, purtroppo è morto nel sonno. Ha chiaramente avuto un arresto cardiaco, di certo legato allo stato di salute dei reni”.

freeman Tanti vip continuano a far pervenire i propri messaggi di cordoglio, a partire da David Beckham che si descrive addolorato per la morte di “questo incredibile gigante di un uomo”, fino a Morgan Freeman, che conobbe la storia di Lomu durante le riprese del film Invictus “un eroe sportivo e una delle persone più belle che si possano desiderare di incontrare. La sua forza e la passione sono stati una fonte di ispirazione per tutti noi“.