Domenica 11 Dicembre

Juventus, Allegri lancia lo sprint: “scalata? Sono qui per questo. Da giocatore invece…”

LaPresse/Daniele Badolato

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri si confessa e rilancia le ambizioni bianconere: “i complimenti di Lippi vogliono dire molto”

“4-3-3 e 3-5-2 sono solo numeri su un foglio, ciò che conta è il modo in cui questi moduli vengono applicati. Abbiamo lavorato con tanti sistemi di gioco diversi, sapevamo che per far progredire la squadra era necessario portare dei cambiamenti”.  Una metamorfosi bianconera raccontata nelle parole di Massimiliano Allegri. L’allenatore della Juventus si racconta in un’intervista rilasciata a ‘The Independent’, analizzano anche il suo passato da calciatore prima, da allenatore del Milan poi: “Da calciatore ho avuto una carriera media, ma ero abbastanza talentuoso. Le esperienze in provincia danno quell’esperienza fondamentale di cui si ha bisogno per essere un allenatore vincere, perché tutti sognano i grandi club, ma prima bisogna imparare a svolgere questo lavoro”.

Esperienza accumulata sulla panchina del Milan: “Ho vinto uno Scudetto e ci siamo sempre qualificati per la Champions, adesso hanno altri generi di problemi. Alla Juventus ero convinto che con quel gruppo di giocatori si poteva fare una grande stagione, così è stato. I complimenti di Lippi vogliono dire molto. Risalita in campionato? Sono qui per questo, sono pagato per questo”.