Venerdi 9 Dicembre

Funziona la cura Donadoni, il Bologna stende il Verona e condanna Mandorlini

LaPresse/Spada

Giaccherini e Donsah risolvono il match nel primo quarto d’ora. Nel finale traversa di Taider, il Verona non entra mai in partita

Periodo nero, anzi nerissimo per l’Hellas Verona. Dodici partite e ancora nessuna vittoria per i ragazzi di Mandorlini, battuti in casa da un ritrovato Bologna a cui sembra giovare la cura Donadoni. Giaccherini e Donsah acuiscono la crisi dei veronesi e adesso a rischiare è proprio l’allenatore lombardo.

 LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

La gara si sblocca subito, passano infatti solo cinque minuti e Giaccherini trova la sua seconda rete in campionato. Fantastico il sinistro al volo con cui l’ex giocatore della Juventus batte Rafael per il vantaggio emiliano. L’Hellas Verona non ha nemmeno il tempo per riorganizzare le idee che il Bologna raddoppia, questa volta è Donsah che con un preciso diagonale non lascia scampo al portiere avversario. Mandorlini cerca di scuotere i suoi, ma i colpi assestati dai rossoblù si fanno sentire e il Bologna gestisce senza problemi il vantaggio fino al termine del primo tempo. Nessun cambio all’intervallo, il Verona prova a rientrare in gara con Pazzini, ma la rovesciata dell’ex attaccante del Milan non preoccupa Mirante. Dopo un’ora di gioco Donadoni inserisce Brighi al posto di Brienza mentre il collega Mandorlini dà spazio a Ionita per Pisano. Il ritmo non sale, il Verona non riesce a sfondare anzi sono gli avversari a pungere in contropiede con Destro e Taider che, entrato al posto di uno stanco Donsah, colpisce anche una traversa. Non succede più nulla fino al triplice fischio finale, il Bologna espugna il Bentegodi e abbandona la zona retrocessione, mentre il Verona rimane ultimo con mille problemi, sarà ancora Mandorlini a provare a risolverli?