Martedi 6 Dicembre

F1, Verstappen come Senna? L’olandese vola basso: “ancora devo dimostrare molto”

LaPresse

Il giovane pilota olandese è stato la rivelazione di questa stagione di Formula 1, ma non vuole sentir parlare di paragoni scomodi: “è un aspetto su cui mi mantengo molto neutrale”

Una stagione da applausi, iniziata ancora minorenne e quindi in pratica senza patente, e conclusa con prestazioni eccezionali che hanno condotto a paragoni un pò esagerati.

Photo4 / LaPresse

Photo4 / LaPresse

Max Verstappen è la rivelazione dell’ultima stagione di Formula 1, tanti elogi e complimenti che accompagnano un accostamento che lui, però, respinge: “credo che sia una grande cosa essere confrontato con Senna – dice l’olandese ad AS – ma ogni pilota è diverso, ora tocca a me dimostrare di poter essere accostato a lui. È un aspetto su cui mi mantengo molto neutrale“. Verstappen si lancia anche in alcuni commenti nei confronti dei colleghi Sainz, suo compagno di squadra, Raikkonen e Alonso: “Carlos Sainz (che in classifica ha 31 punti in meno), è un compagno molto veloce e simpatico. Condividiamo i rispettivi dati e per la squadra è molto importante il nostro rapporto: siamo entrambi competitivi ed è un bene. perché mi aiuta a crescere come pilota e penso sia reciproco. Direi che siamo a un livello simile. Raikkonen? Uno un po’ più chiuso di me, con meno emozioni. Alonso è ancora il mio pilota preferito. Ho corso spesso in questa stagione in posizioni simili alle sue e avendolo visto da vicino ho davvero pensato che fosse un pilota molto buono. Ha molta esperienza, e con una monoposto giusta avrebbe vinto più di quanto ha ottenuto finora. Ogni volta che lo incrocio in pista resto impressionato: se la McLaren-Honda riuscirà a fara una buona macchina, Fernando potrebbe vincere ancora dei campionati“.