Sabato 10 Dicembre

F1, Red Bull e Renault: accordo bloccato senza l’ok di Mateschitz

LaPresse

La collaborazione tra la Red Bull e la Casa francese potrà andare avanti solo nel caso arrivi l’ok definitivo del proprietario della scuderia anglo-austriaca

Quando sembrava che i problemi della Red Bull relativi alla fornitura delle power unit per la prossima stagione fosse risolta, grazie al via libera dato dal Presidente di Renault, Carlos Ghosn, secondo Autosport esiste ancora un ultimo ostacolo da superare.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

La Scuderia di Milton Keynes e il Costruttore Renault potrebbero continuare la loro partnership nella massima Formula solo dopo il disco verde definitivo di Dietrich Mateschitz, patron dell’azienda di bibite energetiche e quindi proprietario del team anglo-austriaco.

Se dovesse arrivare l’ok di Mateschitz, il contratto che lega la Red Bull alla Renault scadrebbe nel 2017, anche se nell’ultimo anno, le monoposto di Milton Keynes dovrebbero rinunciare alla sponsorizzazione dei marchi Infiniti e Total, appartenenti entrambi all’orbita del Costruttore d’oltre alpe. In quel caso la Red Bull sarebbe costretta a cercare un altro sponsor per coprire gli alti costi impiegati in Formula Uno.