Sabato 10 Dicembre

Europa League – Lazio, sorriso e qualificazione: Fiorentina, pareggio e rimpianti

LaPresse/Marco Rosi

Vince e si qualifica come prima del girone la Lazio, appuntamento con i sedicesimi di finale rimandato per la Fiorentina che si fa rimontare il doppio vantaggio dal Basilea

Sorriso a metà. Per Lazio e Fiorentina, le prime due italiane impegnate in Europa League, sensazioni contrastanti. Sorride la formazione di Pioli che si impone per due reti a uno sul Dnipro, mettendo in cassaforte qualificazione e primo posto. A sbloccare il match è Candreva al quarto minuto, ed il gioco sembra fatto. Ma al 65’ Gama pareggia, tre minuti dopo, però, Parolo riporta subito in vantaggio la Lazio. Djordjevic in pieno recupero sigla il 3-1. E al triplice fischio i sorrisi sono tutti a tinte biancocelesti.

Amaro in bocca, invece, per la Fiorentina. Perché il pareggio ottenuto in Svizzera contro il Basilea avvicina e molto la qualificazione (basterà un punto contro il Belenenses al Franchi) ma la sensazione è quella di aver sprecato una grande occasione. Perché la formazione viola passa in vantaggio con Bernardeschi, poi nonostante l’espulsione di Roncaglia, gomitata assolutamente evitabile, riesce addirittura a raddoppia sempre con il numero dieci viola. Ma il Basile reagisce: Sucky accorcia subito le distanze, Eleneny al 74esimo pareggia. Occasione sprecata, per la Fiorentina qualificazione rimandata.