Venerdi 9 Dicembre

De Silvestri rivede la luce: “tornare in azzurro è bellissimo. Mi ispiro a Zambrotta”

LaPresse-Reuters

Il terzino della Sampdoria torna in azzurro cinque mesi dopo l’infortunio al ginocchio subito in Croazia: “rifarei cento volte quell’intervento”

L’infortunio è finalmente alle spalle, Lorenzo De Silvestri può tornare a sorridere e a fare ciò che gli riesce meglio, andare su e giù sulla fascia destra della Sampdoria e della Nazionale Italiana. “Mi hanno reso molto orgoglioso le sue parole, dopo l’infortunio della scorsa stagione e i tanti mesi di riabilitazione. Mi ha dato uno stimolo in più. Ricevere la convocazione dopo la gara di domenica è stato bellissimo e non posso che ringraziarlo di questa opportunità“.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Cinque mesi fa in Croazia il ginocchio fa crack mentre De Silvestri cerca di sventare un gol, oggi è di nuovo in maglia azzurra: “rifarei 100 volte quell’intervento, è un lavoro che deve fare un terzino quando gioca una gara fondamentale“. De Silvestri è tornato a giocare solo domenica scorsa con la maglia blucerchiata. “Ho subito cercato un contrasto forte per mettermi alla prova, ed entrare in gara. Sono felice di aver retto 90′ contro la prima in classifica. Peccato non sia arrivato un risultato positivo“. Essere di nuovo a Coverciano è un sogno, ma l’obiettivo del terzino doriano è un altro e si chiama Europeo: “siamo in tanti a puntarci come è normale che sia perché la Nazionale è ambita da tutti. L’Europeo è un sogno, un obiettivo, che voglio coltivare per tutta la stagione. Darò tutto per convincere il mister ed essere già qui oggi, dopo i momenti difficili che ho provato, è una bella soddisfazione“. Zambrotta come idolo, i senatori di questo gruppo come guide da seguire: “Zambrotta è un campione che ho studiato tantissimo. Ai senatori del gruppo invidio la concentrazione e la voglia di dare il massimo ogni giorno. Elementi fondamentali per un difensore e che per questo cerco di rubare durante ogni allenamento“.

LaPresse/Riccardo Sanesi

LaPresse/Riccardo Sanesi

De Silvestri parla anche di Pirlo: “mi ha stupito ogni volta che sono venuto in Nazionale. Oltre ad essere un campione è un professionista incredibile, che ha sempre una parola per tutti. E’ un esempio per tutti quelli che si approcciano alla Nazionale come lo sono anche Buffon e Chiellini“. Infine una battuta sul Belgio, prossimo avversario degli azzurri in amichevole: “sarà una gara importante, contro una squadra al vertice del ranking. Un test difficile come gli altri in programma, affrontarli è stata una scelta giusta. Sinceramente non ci sentiamo inferiori a nessuno, anche perché abbiamo vinto il girone di qualificazione. Noi però dobbiamo pensare solo a seguire le indicazioni del mister anche perché il ranking non ti aiuta a raggiungere traguardi importanti“.