Crisi Roma, Sabatini conferma Garcia: “nessuno rema contro l’allenatore”

Inter - "Suning Sports e Sabatini hanno raggiunto un accordo per la chiusura anticipata del contratto che li lega, Sabatini non ricoprirà più il ruolo di direttore tecnico di Suning Sports. Il Club gli augura successo nella sua prossima esperienza lavorativa".

Il direttore sportivo della Roma analizza il momento nero della Roma, confermando però la fiducia a Rudi Garcia

Gomez e Denis stendono la Roma all’Olimpico, Rudi Garcia adesso sente scricchiolare la propria panchina. Dopo il Barcellona ci si attendeva dai giallorossi una risposta che non è arrivata. Interpellato sul tema, Walter Sabatini ha sottolineato il momento difficile dei capitolini, confermando, però, l’allenatore.

LaPresse/Massimo Paolone

LaPresse/Massimo Paolone

Nomi buoni per il post Garcia? Il nome buono è Rudi Garcia – commenta Sabatini a Sky Sport. “Andremo avanti e soffriremo con lui, è il nostro allenatore e rimarrà tale. Non credo ai calciatori che fanno fuori l’allenatore mettendo in campo prestazioni sbagliate, è un ipotesi che non contemplo. E’ un momento complicato per tutti, soprattutto per la città. Noi però siamo persone serie, vogliamo lavorare tutti insieme e non scaricare addosso ad uno solo tutte le responsabilità. Pallotta allo stadio contro il Bate? Verrà qui, ci confronteremo su molte questioni ma non sull’allenatore. Non verrà a Roma per avere la testa dell’allenatore. Il presidente non ha mai avuto riserve sull’allenatore, non sono al corrente di un possibile cambiamento di idee“. Poi il direttore giallorosso continua: “i calciatori si confronteranno con l’allenatore ne sono sicuro.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Oggi è una giornata nerissima, ma bisogna lavorare per risolvere i problemi. Ha ragione De Rossi, non dobbiamo ripetere la passata stagione, sarebbe delittuoso. Io, non per essere retorico, ho fiducia nell’allenatore e nella squadra. E’ un momento duro, dobbiamo reagire e venire fuori. Garcia non è l’unico responsabile, lo siamo tutti. Dobbiamo dimostrare tutti di essere una grande squadra, abbiamo una responsabilità nei confronti della città e dei tifosi. Alla fine, poi, insieme tireremo i conti“.



FotoGallery