Giovedi 8 Dicembre

Berlusconi bacchetta il Milan: “contento della prestazione? Ma mi prendete in giro?”

LaPresse/Palli/Arata

Il presidente rossonero si congratula invece con l’Atalanta e il suo allenatore Reja: “complimenti, sembravate il Milan di Sacchi”

Alle 19.44, in anticipo di oltre un’ora rispetto al fischio d’inizio di Milan-Atalanta, Silvio Berlusconi ha varcato ieri i cancelli dello stadio San Siro, palesando molta fiducia nei suoi ragazzi quando gli è stato chiesto sull’obiettivo dei rossoneri: “dobbiamo sempre puntare al massimo“.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Scudetto o meno, l’umore del presidente del Milan è cambiato radicalmente nel giro di 90 minuti, è bastata una prestazione incolore di Montolivo e compagni per fare andare su tutte le furie il Cavaliere. “Contento della prova di oggi? Ma mi state prendendo in giro?” ha replicato stizzito alle domande dei cronisti che chiedevano se il suo Milan avesse giocato bene. Al contrario dei rossoneri, l’Atalanta di Edy Reja ha impressionato Silvio Berlusconi che, dopo il match, si è recato nello spogliatoio bergamasco per fare i complimenti ai nerazzurri, come riporta a Sky l’allenatore atalantino: “è un grande signore. Un presidente che si congratula con gli avversari dicendo ‘Complimenti, sembravate il Milan di Sacchi’ ha sorpreso tutti, tanto che i ragazzi si sono alzati tutti ad applaudirlo, poi ci ha ringraziato per non aver vinto“. Mihajlovic non sarà contento, dieci punti in quattro partite lasciano, però, sereno l’allenatore serbo che tuttavia dovrà fare i conti con il suo presidente, del resto il diktat è sempre e solo uno: al Milan bisogna vincere sempre.