Sabato 3 Dicembre

Barcellona, retroscena Rakitic: “a 15 anni rifiutai Juventus e Chelsea”

LaPresse - Daniele Badolato

Con il suo gol fece piangere la Juventus nella notte di Berlino, oggi Ivan Rakitic, centrocampista del Barcellona, dà un altro dispiacere al popolo bianconero

LaPresse - Daniele Badolato

LaPresse – Daniele Badolato

Sliding doors, mai tanto amare come in questo caso per il popolo bianconero. Strani scherzi del destino che riaffiorano a distanza di anni. Un esempio? Eccolo servito. A far piangere la Juventus ed i suoi tifosi lo scorso sei giugno nella notte di Berlino fu Ivan Rakitic, che dopo quattro minuti di gioco indirizzò la finale di Champions League in direzione Barcellona. E pensare che il centrocampista croato… “Quando avevo 15 anni si fecero avanti per me Juventus e Chelsea, ma ho preferito rimanere a Basilea. Era importante per me fare un passo alla volta – ha dichiarato lo stesso Rakitic nel corso di un’intervista al Telegraph –  prima di tutto pensavo ad arrivare in prima squadra in Svizzera. In quel tempo, quando avevo 15, 16 anni ho deciso che era più importante per me avere la mia famiglia al mio fianco. Magari potrebbe non essere stata la decisione migliore per tutti, ma era quella giusta per me. C’era un altro giocatore nella mia stessa situazione, ma lui accettò ed è partito: oggi gioca nella quarta serie svizzera…”