Sabato 3 Dicembre

Attentato Parigi, Diarra piange la cugina scomparsa: “era come una sorella per me” [FOTO]

Il centrocampista del Marsiglia ha voluto ricordare la memoria di sua cugina con un commovente messaggio pubblicato su twitter

La strage di Parigi ha sconvolto l’intero pianeta, più di un centinaio di morti e decine e decine di feriti. Non è rimasto immune nemmeno il mondo del calcio, colpito al cuore dall’attentato avvenuto nei pressi dello Stade de France in cui si stava giocando l’amichevole Francia-Germania.

lassana diarra In campo c’erano sia Griezmann che Diarra, due giocatori francesi uniti dallo stesso destino ma con un finale diverso. Entrambi hanno vissuto l’angoscia di avere un parente coinvolto negli attentati parigini ma, se la sorella dell’attaccante dell’Atletico Madrid è riuscita a salvarsi, la cugina del centrocampista del Marsiglia ha perso la vita. Si chiamava Asta e il centrocampista di origini maliane l’ha voluta ricordare con un commovente messaggio su twitter.

Buonasera a tutti. Alla luce degli avvenimenti drammatici avvenuti e con il cuore pieno di tristezza, prendo la parola oggi. Sono stato personalmente toccato dalla tragedia: mia cugina, Asta Diakite, figura tra le vittime di una delle sparatorie che ha avuto luogo ieri, dove sono scomparse centinaia di altri innocenti francese. È sempre stata per me un rifugio, un supporto, una sorella maggiore. In questo clima di terrore è importante per tutti noi rappresentanti del nostro Paese e della sua diversità di prendere la parola. Dobbiamo rimanere uniti contro un orrore che non ha né colore né religione. Difendere il rispetto e l’amore della pace. Grazie a tutti per la vostra testimonianza e i vostri messaggi: prendetevi cura di voi e della vostra famiglia, e che le nostre vittime riposino in pace“.