Domenica 11 Dicembre

Atletica, oggi la Iaaf deciderà sul caso russo: “rischiano provvedimenti serissimi”

LaPresse/Xinhua

Uno dei ventisette membri che prenderanno parte alla riunione è l’italiana Anna Riccardi che spiega: “hanno creato un danno enorme alla Iaaf, sono certa che verranno puniti”

Tra poche ore tutto il mondo saprà la sanzione che la Iaaf prenderà nei confronti della Federazione russa in ambito dello scandalo doping che l’ha coinvolta.

anna riccardiI 27 membri si riuniranno in conference call per decidere se sospendere la Russia oppure se prendere altre decisioni. Alla riunione parteciperà anche Anna Riccardi, 56enne romana che è al terzo mandato all’interno della Federazione internazionale di Atletica. “Come tutti i veri appassionati sono traumatizzata, attonita. Sono emersi fatti gravissimi, che vanno oltre ben oltre il possibile tentativo di corruzione per conquistare l’organizzazione di un Mondiale, come era trapelato nei mesi scorsi“. Anna Riccardi non si nasconde e continua a sottolineare il suo pensiero sulla vicenda: “la mia posizione, ma credo di poter dire anche quella della federazione europea e in buona parte quella mondiale, sarà chiara: sono favorevole a una sospensione temporanea. La Iaaf ha subito un danno enorme, è giusto cercare un compromesso, ma non si può non passare da uno stop.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

I tempi e i modi andranno verificati a seconda dei comportamenti futuri della federazione russa“. La sanzione per la Russia potrebbe essere molto pesante: “si potrebbe pensare di vietare alla Nazionale la partecipazione al prossimo importante appuntamento internazionale, i Mondiali indoor di Portland di marzo. E a togliere al Paese l’organizzazione delle rassegne 2016 già assegnate: la coppa del Mondo di marcia, in maggio a Cheboksary e i Mondiali junior, in luglio a Kazan“. La situazione è grave la Russia rischia grosso: “non mi era mai capitato di fare una riunione in conferenze call e anche questo la dice lunga sulla gravità della situazione. Sarò probabilmente a casa: sarà una lunga serata“.