Domenica 11 Dicembre

Ancelotti chiude alla Nazionale: “non mi piace allenare una volta ogni tre mesi”

Lapresse / EFE

In molti a Madrid invocano a gran voce il ritorno di Carlo Ancelotti sulla panchina del Real. Ma l’ex allenatore merengues ha le idee chiare sul suo futuro…

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Una sconfitta difficile da digerire, gli occhi della critica (e dei tifosi) puntati tutti su Rafa Benitez ed il pensiero che corre veloce a lui, a Carlo Ancelotti. Perché l’ex allenatore Merengues, esonerato da Florentino Perez contro la volontà di tutto lo spogliatoio, Cristiano Ronaldo in primis, è visto da molti come l’uomo giusto per far ripartire il Real Madrid. Ma a spazzare via ogni voce su un possibile ritorno in Spagna è lo stesso Carlo Ancelotti, che ha parlato così ai microfoni di ‘Radio Anch’io lo sport’: “Anche se Perez decidesse di richiamarmi in questo momento rifiuterei: sono stato contattato da tante squadre, ma preferisco stare un anno fermo”.Ancelotti chiude definitivamente le porte ad un suo approdo sulla panchina della Nazionale italiana: “A me piace allenare, pensare di farlo una volta ogni tre mesi non mi attrae. Finché avrò questo pensiero non sarà una possibilità che prenderò in considerazione. Faccio il tifo per Conte e spero che l’Italia vinca l’Europeo”.