A tutto Mexes: “Romagnoli deve essere più tranquillo. Miha mi apprezza, Berlusconi come un padre”

LaPresse/Spada

Dalla rissa con Mauri dello scorso anno all’Olimpico al rapporto con Berlusconi e Mihajlovic: Mexes si racconta, con un pensiero particolare rivolto a Romagnoli

Destinazione… paradiso. Ma il viaggio per Philippe Mexes è stato molto più lungo e tortuoso del previsto. Un contratto da rinnovare, poi l’accordo saltato: svincolato di lusso, poi la (nuova) chiamata del Milan. E la firma. Si riparte, Mihajlovic in panchina ma a fine mercato una cessione ormai fatta alla Fiorentina. Poi la marcia indietro, l’ennesima. Tanta panchina (e anche tribuna), poi la rinascita contro la Lazio e adesso una maglia da titolare. Allacciate le cinture, benvenuti nel pazzo mondo di Mexes.

LaPresse/TONY GENTILE

LaPresse/TONY GENTILE

Il difensore francese si confessa in una lunga intervista al Corriere dello Sport, questi gli argomenti principali: “Con Mihajlovic mi sono chiarito prima ancora di firmare, ha avuto la possibilità di conoscermi e adesso mi apprezza. Magari in allenamento le mie performance non sono le migliori come velocità e resistenza, ma sono affidabile”. Nonostante qualche ‘colpo di testa’, come accaduto con Mauri all’Olimpico lo scorso anno: “Quello era un periodo in cui qui al Milan stavamo facendo di tutto per tornare a essere il Milan, una grande squadra. Mi sentivo addosso una grande responsabilità. Non volevo, non voglio fare l’eroe, ma non ragiono più quando vedo un’ingiustizia. Sono sempre concentratissimo in campo, a volte riesco a ragionare e a volte no”.

Infine, una battuta sul Silvio Berlusconi: “Quando il presidente viene a Milanello ci parla come fosse un buon papà. Dice un sacco di cose: sui capelli, sugli orecchini, sui tatuaggi etc”. Da Mexes un consiglio al giovane compagno di reparto Romagnoli:Non è stato semplice per lui gestire la maglia da titolare, considerando il costo del suo cartellino. Per migliorare deve stare più tranquillo, io anche quando non gioco cerco di supportarlo sempre”.

FotoGallery