Venerdi 2 Dicembre

Volley: Carlo Magri si complimenta con gli azzurri

LaPresse/Giovanni Garavaglia

E’ contento delle belle soddisfazioni che la Nazionale italiana di pallavolo sta dando il presidente della Federvolleu Carlo Magri

L’Italia ha entusiasmato tutti, sicuramente siamo sulla buona strada“. Lo dice il presidente della Federvolley, Carlo Magri, parlando del successo degli Azzurri nei quarti di finale del campionato europeo contro la Russia per 3-0. “Sinceramente dopo l’ultima partita persa a Torino contro la Francia ero un po’ preoccupato – racconta a margine di un convegno su ‘La Buona Scuola’ al Coni – perché eravamo reduci dalla qualificazione in Giappone che è stata una cosa massacrante, con 12 partite in 15 giorni. Invece devo dire che hanno fatto una partita che è stata entusiasmante e mi conferma che siamo su una strada buona. Poi i risultati vengono e non vengono perché dipendono anche da tanti fattori. A volte manca un po’ di fortuna. Però sicuramente c’è un’impronta sia a livello tecnico che a livello agonistico molto buona“.

LaPresse/Marco Alpozzi

LaPresse/Marco Alpozzi

Magri torna poi sul cambio della guida tecnica ed il passaggio da Mauro Berruto a Gianlorenzo Blengini: “A volte con i cambiamenti sicuramente delle scosse si hanno – ammette Magri –, però è stato fatto un lavoro, non è che i giocatori sono stati creati in una settimana. Blengini faceva parte del nostro organico e sicuramente ha saputo dare anche qualcosa in più come succede nei cambiamenti. Stiamo lavorando bene ma si è lavorato bene anche in precedenza“. Buone notizie insomma in vista dei Giochi di Rio: “Una volta la pallavolo andava alle olimpiadi e si faceva notizia non vincendo – dichiara – adesso già andarci non è facile se si pensa che ora sicuramente due, forse tre tra Russia, Polonia, Serbia o Francia staranno fuori. Essere qualificati è sempre più difficile, non è cosa da poco“.