Lunedi 5 Dicembre

Uci soddisfatta: su 656 controlli antidoping uno solo è risultato positivo

LaPresse/EFE

L’unione ciclista internazionale è soddisfatta del lavoro svolto in collaborazione con l’Agenzia antidoping di Francia

L’Unione ciclistica internazionale (Uci) ha annunciato oggi che durante l’ultimo Tour de France sono stati effettuati 656 controlli antidoping, con un solo positivo, quello già annunciato dell’italiano Luca Paolini. La Federciclismo mondiale ha precisato che 482 sono stati controlli del sangue e 174 dell’urina. I test antidoping dei primi cinque in classifica generale: Chris Froome, Nairo Quintana, Alejandro Valverde, Vincenzo Nibali e Alberto Contador saranno conservati per dieci anni e potranno essere riesaminati. “Ancora una volta, la collaborazione con l’Agenzia antidoping di Francia è stata eccellente. La strategia di controllo è stata discussa giorno per giorno in base alle prestazioni dei ciclisti e ad altre informazioni“, ha dichiarato Francesca Rossi, direttrice della Fondazione per la lotta contro il doping nel ciclismo (Cadf), l’organismo indipendente incaricato di controlli per conto dell’Uci.