Martedi 6 Dicembre

Torna al Foro Italico di Roma “Tennis and Friends”: in campo per la salute

LaPresse/Mario Cartelli/LaPresse

Tanti vip tornano a sfidarsi al Foro Italico di Roma per l’appuntamento che unisce sport e salute

Sabato 10 e domenica 11 ottobre torna “Tennis and Friends” al Foro Italico a Roma, l’appuntamento che unisce sport e salute, con visite gratuite, giunto alla sua quinta edizione. Anche quest’anno ci saranno numerosi vip a sfidarsi sui campi di Tennis e su quelli di paddle, mentre l’equipe medica del Policlinico A. Gemelli eseguirà check up gratuiti alla tiroide ed esami per il controllo delle malattie metaboliche, dell’obesità e delle patologie del fumo.

LaPresse/Claudio Bernardi

LaPresse/Claudio Bernardi

Tra i tanti che sostengono e partecipano all’edizione di quest’anno ci sono Paolo Bonolis, Maria De Filippi, Fiorello, Lorella Cuccarini, Amadeus, Max Giusti, Milly Carlucci, Bruno Vespa, Noemi, Renato Zero e il maestro Nicola Piovani. Gli specialisti, coordinati dal prof. Rocco Bellantone, direttore della chirurgia endocrina e metabolica e preside della Facoltà di medicina e chirurgia, e il prof. Alfredo Pontecorvi, direttore dell’U.O. di endocrinologia e delle malattie del metabolismo, saranno a disposizione del pubblico nei due giorni dalle 10 alle 18. L’evento, ideato dal prof. Giorgio Meneschincheri del Policlinico A. Gemelli, è realizzato dalla Real Sport Events in collaborazione con il Policlinico A. Gemelli e la polizia di Stato, col patrocinio del ministero della Salute, Roma Capitale, Regione Lazio, Coni e Federazione Italiana Tennis.
Novità di questa edizione, l’estensione ad altre patologie delle aree di prevenzione, che quest’anno saranno dedicate anche ai più piccoli. Sarà presente infatti un’area di prevenzione per l’alimentazione e lo sport della salute del bambino, “Mangiare bene per crescere Meglio“. Nuova anche l’area sanitaria coordinata dal prof. Pierluigi Maria Granone, direttore dell’U.O.
di Chirurgia toracica del Policlinico Gemelli. Il progetto Tennis & Friends proseguirà per tutto l’anno in cooperazione con i due nuovi ospiti dell’evento: le case famiglia dell’associazione “So.spe” e Unitalsi, associazione impegnata dal 1903 verso gli ammalati i disabili.