Sabato 3 Dicembre

Samp-Inter, Zenga e il suo amore nerazzurro: “una partita come le altre” oppure no?

LaPresse/Mauro Locatelli

19 anni di onorata carriera legano Walter Zenga all’Inter. Dopo averlo più volte accostato alla panchina nerazzurra l’allenatore è andato a sedersi invece su quella blucerchiata. Domenica l’incontro con la sua ex squadra, una partita diversa dalle altre o no?

Non potrà essere, e non sarà, una partita come le altre. Tutti lo sanno. Tutti lo dicono. Tutti, tranne lui. Lui è Walter Zenga, che si ostina a ripetere che Sampdoria-Inter sarà una partita come tutte le altre. Davvero difficile credergli. Anche se Zenga è persona onesta, sincera, trasparente. Difficile però credere alle sue parole, a sto giro. Perché è troppa la storia nerazzurra scritta dal portiere Zenga. Walter, guarda un po’ il caso, alle volte, esordì con l’Inter il giorno 11 settembre del 1983, di fronte proprio alla Samp. E vinse la Samp. Walter giocò nelle file dell’Inter per 19 anni. Walter con l’Inter vinse uno scudetto, una Super Coppa e due volte la Coppa Uefa. Il Walter Zenga allenatore fu diverse volte a un passo dalla panca nerazzurra: prima di Mancini, dopo Mourinho, prima di Gasperini. Purtroppo però il matrimonio non venne mai officiato ufficialmente. E questo, a Zenga, brucia non poco. Per lui, tifoso interista della curva, passare dalla Nord alla Panchina sarebbe stato (e sarebbe ancora) lo splendido coronamento di un sogno. Per questo Sampdoria – Inter non potrà mai essere una partita qualunque per Walter.