Sabato 3 Dicembre

Rugby, Italia-Romania vale la qualificazione a Giappone 2019

LaPresse/PA

Azzurri pronti alla battaglia, capitan Gori spinge i suoi: “siamo pronti mentalmente, non vi deluderemo”

Ultimo match di World Cup per la Nazionale Italiana di Rugby che oggi sfida la Romania per un obiettivo ben preciso. Eliminata dalla competizione a causa delle due sconfitte rimediate con Francia e Irlanda, la squadra di Brunel può ancora sperare di qualificarsi per il prossimo Mondiale che si terrà in Giappone nel 2019.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

“Oggi rivedrete l’Italia che ha spaventato l’Irlanda – commenta Edoardo Gori, mediano di mischia e capitano in fieri – Nei ragazzi ho visto uno spirito diverso, non avverto la tensione e la paura dei giorni precedenti alla gara con il Canada. Siamo più pronti mentalmente, non deluderemo“. Le assenze pesano sulla spedizione azzurra, uno dietro l’altro l’Italia ha perso i suoi uomini migliori ma questo non deve risultare un alibi: “dobbiamo sforzarci di pensare solo alla Romania, i presenti non faranno rimpiangere gli assenti. Non dobbiamo aver paura di sbagliare, difendendo come sappiamo per togliere certezze ai rumeni“. Molte pressioni ci saranno sulla regia di Gori e Allan: “con Tommy in questi mesi ci siamo confrontati, conosciuti meglio. Abbiamo scoperto interessi comuni anche fuori dal campo. Così è più facile tradurre in pratica l’idea di gioco che abbiamo“.