Giovedi 8 Dicembre

Roma, Nainggolan: “per i miei compagni andrei in guerra”

LaPresse/Alfredo Falcone

Il centrocampista della Roma Radja Nainggolan si confessa: “ho sempre lottato in vita mia e per i miei compagni andrei anche in guerra”

Un guerriero dal cuore grande, Radja Nainggolan è uno dei beniamini della tifoseria giallorossa oltre ad essere un punto fermo della Roma di Rudi Garcia. “Sono uno che ha lottato sempre per ottenere qualcosa, e non mi sono mai fermato, neanche adesso che gioco in una grande squadra – ha confessato lo stesso Nainggolan in un’intervista rilasciata a RollingStones.it e riportata da VoceGiallorossa.it –  ho capito che finché uno va bene in campo va bene anche fuori. Fuori dal campo io non faccio danni, non faccio male a nessuno. Vivo la mia vita, mi diverto, mi vedono in giro. Io sarei uno che va d’accordo con tutti. Ma in campo voglio solo vincere, e ogni tanto può esserci qualche battibecco con chi non mi segue. E tutto finisce lì. Una squadra di calcio è come una famiglia: stai tutti i giorni insieme, vivi insieme e se insultano un mio compagno, io lo difendo. Io vado in guerra per i miei compagni, lo faccio per vincere la partita e lo faccio anche quando si perde”.