Giovedi 8 Dicembre

Rio 2016: problema acque inquinate, l’OMS prepara le linee guida da seguire

L’Organizzazione mondiale della sanità ha messo in guardia il Cio su come proteggere la salute degli atleti che gareggeranno nelle acque brasiliane

Le Olimpiadi di Rio 2016 si avvicinano e l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha preparato delle linee guida tecniche per le autorita’ brasiliane e il Comitato olimpico internazionale (Cio) su come proteggere la salute degli atleti che faranno gare nelle acque di mari e fiumi nuotando, kayak, canoa o navigando. Il rischio e’ quello di possibili contaminazioni fecali. A tal fine l’Oms raccomanda di eseguire regolarmente test sulla qualita’ dell’acqua e ispezioni sanitarie per accertare la presenza di qualsiasi eventuale fonte di inquinamento e contaminazione (come i batteri enterococco ed escherichia coli). I test su enterococci e e.coli, in caso positivo, indicano una contaminazione fecale, che puo’ essere dovuta a batteri, virus e protozoi. Gli effetti collaterali piu’ frequenti per chi si bagna in acque con contaminazione fecale sono la gastroenterite, spesso di breve durata.