Lunedi 5 Dicembre

Pallavolo, l’ex ct Berruto si complimenta con gli azzurri: “l’Italvolley non tradisce mai”

LaPresse/Filippo Rubin

Mauro Berruto, dimessosi a luglio dopo la World League, si è complimentato con il suo successore Blengini per l’argento alla World Cup e il bronzo agli Europei

Blengini e gli azzurri sono stati bravissimi, vincere due medaglie in due manifestazioni ravvicinate non era affatto facile, è la conferma che il volley azzurro non tradisce mai. Il bronzo conquistato ieri a Sofia è una medaglia di grande valore perché segno di continuità ad altissimi livelli“.

LaPresse/Marco Alpozzi

LaPresse/Marco Alpozzi

L’ex ct dell’Italvolley Mauro Berruto fa i complimenti al suo successore Gianlorenzo Blengini che, dopo aver conquistato l’argento alla World Cup in Giappone e la qualificazione ai Giochi di Rio 2016, ha conquistato il bronzo ai campionati europei. Berruto si è dimesso in luglio dopo la travagliata World League, alla vigilia della quale ha deciso il rimpatrio senza precedenti di 4 giocatori: Ivan Zaytsev, Dragan Travica, Giulio Sabbi e Luigi Randazzo. La Federazione ha quindi scelto di affidare la panchina al suo vice Blengini. “Con Gianlorenzo abbiamo cominciato un percorso insieme ad aprile con delle idee che lui ha in seguito sviluppato e che si sono rivelate vincenti e la cosa non può che farmi piacere -spiega Berruto. “La sconfitta con la Slovenia in semifinale è stata per alcuni una delusione ma essersi confermati ad altissimi livelli dopo la qualificazione olimpica ottenuta in Giappone è comunque un grande risultato“.

LAPRESSE/CRISTIANO LARUFFA

LAPRESSE/CRISTIANO LARUFFA

Berruto è ottimista sul futuro degli azzurri in vista di Rio 2016: “Dopo Londra è iniziato un percorso di profondo rinnovamento del gruppo, basti pensare che ben 13 dei 14 ragazzi che hanno vinto la medaglia agli Europei non c’era a Londra ma, mondiali 2014 a parte, non siamo mai scesi dal podio in quasi tutte le manifestazioni. Ai Giochi il Brasile padrone di casa sarà la grande favorita e dietro un gruppo di squadre, tra cui l’Italia, pronte a fare lo sgambetto ai verde-oro“. A mettere ko gli azzurri in semifinale la Slovenia allenata da Andrea Giani: “è stato bravissimo -sottolinea l’ex ct dell’Italvolley-, dopo un inizio difficile ha saputo battere squadre del calibro di Olanda, Polonia e Italia e anche in finale malgrado la sconfitta per 3-0 con la Francia se l’è giocata fino alla fine. Gli ho inviato un sms dopo la finale per fargli i complimenti: è mancata la ciliegina dell’oro ma hanno fatto qualcosa di straordinario. E’ un peccato che non potrà partecipare al torneo pre-olimpico per la questione del ranking internazionale“.