Domenica 4 Dicembre

NBA: nuovo ko di Cleveland in preseason ma si rivede Kevin Love in campo

LaPresse/Reuters

Nuova sconfitta dei Cleveland Cavaliers in preseason

Kyrie Irving e LeBron James per il momento sono fermi ai box, così come Iman Shumpert fuori per l’infortunio al polso: ovvio quindi che i Cavs contino sul ritorno in campo di Kevin Love, la cui assenza si è fin qui sentita pesantemente, anche perché il resto del roster ha poco talento offensivo. Sul campo dei Toronto Raptors è arrivata la sesta sconfitta consecutiva di questa pre-season, se non un record quasi per una franchigia che arriva direttamente dalla finale disputata l’anno passato per la conquista dell’anello: stavolta hanno vinto i Toronto Raptors per 87-81, nonostante le due stelle Lowry e DeRozan abbiano prodotto solo un “misero” 5/22 al tiro. Da segnalare i 9 punti in 13 minuti di Anthony Bennett contro la squadra che lo ha scelto con la prima assoluta al Draft di due anni fa, prima di inserirlo nello scambio per arrivare proprio a Kevin Love.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Se il campo racconta di un nuovo ko in questa preseason, i Cavs possono sorridere con il rientro sul parquet di Love: era dal 26 aprile che i Cleveland Cavs non lo vedevano con la sua maglia numero 0, a causa del noto infortunio alla spalla che gli ha impedito di prendere parte alla cavalcata nei playoff. Dopo aver rifirmato per cinque anni in estate al massimo salariale e aver completato la riabilitazione, Love è rientrato contro i Raptors per 13 minuti, facendo bene nel primo quarto (6 punti e 2 rimbalzi) ma sbagliando anche quattro tiri nel secondo, pur regalando due spettacolari assist dietro la schiena. Fra i Raptors bene Valanciunas con 12 punti personali.

“Era da parecchio che non mi sentivo così bene. Quando poi inizierà la regular season sarà tutta un’altra storia, ma è sicuramente un buon punto di inizio” – le parole di un entusiasta e ritrovato Kevin a fine match. Come lui tutti i tifosi dei Cavs si augurano che la regular season sia altra cosa rispetto a questa parte di stagione, altrimenti non ci saranno sogni di gloria.