Martedi 6 Dicembre

MotoGp, Valentino Rossi sfida Jorge Lorenzo: “14 punti sono pochi, a Motegi per vincere senza fare calcoli”

Lapresse/Reuters

Momento cruciale della stagione della MotoGp, arrivano tre gare impegnative da cui uscirà, forse, il nome del nuovo campione del mondo

Non commettere errori e allo stesso tempo ottenere il massimo“. E’ la parola d’ordine di Valentino Rossi per le prossime tre gare ravvicinate del Moto mondiale, di fondamentale importanza nella lotta per il titolo iridato. Il Dottore deve amministrare un tesoretto di 14 punti che lo separano dal suo compagno di squadra e rivale Jorge Lorenzo quando mancano ormai solo quattro gare alla fine.

 Lapresse/EFE

Lapresse/EFE

La MotoGp farà tappa il prossimo weekend in Giappone, poi senza pause in Australia e in Malesia. Rossi è reduce dal terzo posto nella gara di Aragon vinta proprio da Lorenzo. “Sta per iniziare una parte molto importante della stagione“, ammette il campione di Tavullia, che in Giappone vanta due vittorie e 10 podi complessivi. “Motegi è una pista che mi piace molto. Qui ho fatto buone gare in passato e anche lo scorso anno ho avuto un buon weekend, ma Jorge è stato più forte di me e ha vinto. Per questo motivo -dice Rossi- dovrò dare tutto me stesso, perché ci sono solo 14 punti tra lui e me: possono sembrare molti, ma in realtà sono pochi. Dobbiamo dare il massimo perché siamo competitivi, come abbiamo dimostrato finora. Ci saranno tre gare di fila –continua il Dottore– e sarà importante non commettere errori, ma allo stesso tempo fare in modo di ottenere i migliori risultati possibili. Mi sento bene. Ad Aragon, durante i test, sono caduto ma non ci sono state ulteriori conseguenze, solo una piccola abrasione sul braccio. Sono in forma e sono pronto per queste tre gare ravvicinate“. Sembra tranquillo anche il suo rivale Lorenzo, nonostante l’infortunio rimediato in allenamento lo scorso fine settimana che lo ha costretto a partire per il Giappone con un tutore.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Sto bene -assicura il maiorchino- ho solo un po’ di dolore alla spalla sinistra ma correrò senza problemi a Motegi“. Dal punto di vista psicologico, Lorenzo si appresta ad affrontare le prossime tre gare ravvicinate con grandi motivazioni dopo la vittoria ottenuta ad Aragon. “Ho ancora grandi sensazioni legate ad Aragon. E’ stata una bella vittoria davanti al mio pubblico e abbiamo anche potuto festeggiare il titolo costruttori con la Yamaha. Il weekend è stato perfetto e abbiamo potuto recuperare buoni punti a Valentino“, dice il driver iberico. “Il Mondiale è entusiasmante in questa ultima parte di stagione ma d’ora in poi -evidenzia- dobbiamo stare ancora più concentrati se vogliamo continuare questo momento e provare a vincere il titolo“. Lorenzo vanta tre vittorie negli ultimi sei anni a Motegi: “ho buoni ricordi legati al Giappone, soprattutto negli ultimi due anni“, dice riferendosi ai suoi due successi di fila. “Quest’anno -conclude- andiamo lì pronti per un’altra grande battaglia, speriamo di fare un’altra bella gara e rendere ancora più serrata la lotta per il titolo“.