Domenica 4 Dicembre

MotoGP: Bradley Smith e il feeling con l’Australia

LaPresse/Reuters

Bradley Smith carico per l’Australia: a Phillip Island l’anno scorso il suo primo podio in MotoGP

Un Motomondiale è lungo, con tante piste differenti che i piloti affrontano come meglio possono: ovvio che in alcuni tracciati i centauri della MotoGP trovino un feeling maggiore, adattandosi immediatamente a piste che magari ad altri risultano indigeste.

E’ il caso di Bradley Smith, carico come non mai di tornare sulla pista di Phillip Island, per la tappa australiana del Motomondiale, terzultimo appuntamento della lunga stagione: sul circuito dove domenica assisteremo all’ennesima sfida Lorenzo-Rossi, proprio l’anno scorso Smith ha centrato il suo primo podio nella classe regina.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

Il pilota del team Monster Yamaha Tech3 prova a spiegare le ragioni perchè su questo tracciato trova un feeling particolare e vive sensazioni uniche, nonostante cerchi di mantenere un profilo basso per poter magari sorprendere con un risultato straordinario: “E’ sicuramente una pista di cui ho grandi ricordi, non posso promettere che riuscirò a ripetere quanto fatto lo scorso anno ma farò del mio meglio per arrivare tra i primi sei: mi piace molto correre lì. A essere sincero mi sento molto fiducioso in questo momento perché la mia Yamaha ha lavorato molto bene a Motegi e il mio passo sull’asciutto era convincente”.

Un campionato avvincente che non vive solo della rivalità fra il Dottore e Por Fuera: la Ducati di Iannone e Dovizioso in cerca di riscatto, le Honda di Marquez e Pedrosa pronte a tutto pur di non veder vincere il rivale connazionale Lorenzo e piloti validi come Smith, Pol e Aleix Espargaro, Cal Crutchlow pronti a dimostrare tutto il proprio valore.