Sabato 10 Dicembre

Moto2: la frattura al braccio non ferma il campione del mondo Rabat, sarà in pista a Motegi

LaPresse/EFE

Il pilota spagnolo avverte ancora dolore ma non vuole alzare bandiera bianca: “spero di farcela, ho buone sensazioni”

Tito Rabat (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS) sara’ regolarmente ai nastri di partenza del Gran premio del Giappone della Moto 2 in programma sul Twin Ring di Motegi questo fine settimana, nonostante la frattura rimediata al raggio del braccio sinistro lunedi’ ad Almeria in allenamento.
 LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Alla base della sua caduta un guasto tecnico che gli ha fatto perdere il controllo della sua moto. Subito soccorso dal personale medico presente sul circuito, il Campione del Mondo in carica e’ stato poi trasportato alla Clinica Mediterranea andalusa. Il pilota, dopo aver ascoltato il parere del dottor Angel Charte a Barcellona, si e’ sottoposto a intervento chirurgico che ha previsto l’inserimento di una placca in metallo per stabilizzare la frattura. L’intervento e’ riuscito perfettamente e adesso Rabat e’ gia’ in viaggio verso il Giappone determinato a correre questo fine settimana, sebbene la sua partecipazione sara’ confermata solo dopo l’ok dei medici all’arrivo in circuito. “La moto si e’ chiusa nella chicane e sono caduto. Non sono ancora sicuro che cosa ha causato l’incidente, non ho avuto la possibilita’ di controllare la moto” spiega Tito Rabat. “Ancora una volta i marshall e il personale medico di Almeria hanno fatto un lavoro fantastico prendendosi cura di me. Mi hanno subito immobilizzato il braccio sinistro in pista e appena un’ora dopo ero gia’ in ospedale. I medici in Almeria parlato con i dottori a Barcellona e abbiamo deciso che la chirurgia per stabilizzare la frattura era la migliore opzione. L’intervento di ieri sera e’ stato un successo e questa mattina io sono gia’ piu’ fiducioso che saro’ in grado di correre regolarmente questo fine settimana in Giappone“.