Martedi 6 Dicembre

Moto: nel 2016 safety car anche per le due ruote?

LaPresse

Anche il motociclismo potrebbe avere, dalla prossima stagione, le safety car

Dal 2016 anche le gare di motociclismo potrebbero avvalersi della safety car in pista. Lo scopo e’ quello di non fermare le gare quando viene richiesto un intervento rapido da parte dei commissari in prossimita’ del nastro d’asfalto. La decisione verra’ presa prossimamente dalla FMI, la federazione motociclistica italiana che ha sperimentato al termine delle prove libere di questa mattina della Superbike, che sta disputando l’ultima tappa del campionato italiano di velocita’ all’autodromo del Mugello, la nuova procedura. Come accade durante le gare di auto, la vettura e’ uscita dai box, mentre contemporaneamente da ogni postazione i commissari hanno esposto il cartello insieme allo sventolio della bandiera gialla. I piloti si sono accodati alla macchina con l’obbligo di non sorpassare. Quando poi la safety car e’ rientrata ai box, i motociclisti hanno simulato una ripartenza. Anche la temperatura delle gomme, vera perplessita’ da parte degli addetti ai lavori, si e’ mantenuta abbastanza costante e per questo la prova e’ stata considerata positiva da parte di tutti gli operatori. La decisione definitiva verra’ presa dopo un’ulteriore test che verra’ effettuato il prossimo anno. Di tutto cio’ e’ stato informato anche il responsabile della sicurezza della Federazione internazionale Franco Uncini che ha mostrato interesse per l?esito della simulazione. Vedremo se prossimamente questa iniziativa potra’ essere adottata, oltre che nei campionati italiani, anche a livello internazionale.