Venerdi 9 Dicembre

Moto Gp, Valentino Rossi: perché a Valencia il miracolo è possibile

LaPresse/Reuters

Valentino Rossi si prepara per la sua sfida più difficile, ma il Dottore ha tutte le carte in regola per poter compiere un’impresa che sembra impossibile

Il sogno di Valentino Rossi di vincere il suo 10° titolo Mondiale si è decisamente allontanato dopo la caduta di Marc Marquez a Sepang e la relativa penalità inflitta dalla Race Direction al “Dottore” che lo obbligherà a partire dall’ultima fila nel Gp decisivo di Valencia .

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Ora però, ci chiediamo se sia possibile o no una rimonta di Valentino nell’ultima tappa del Motomondiale, nonostante il campione di Tavullia dovrà partire da una distanza così remota come l’ultima posizione in griglia: la risposta è certamente si. Valentino ha le qualità, la grinta e l’esperienza per effettuare quello che per un pilota normale sarebbe un e vero e proprio miracolo, ma dovrà tenere a bada le proprie emozioni, dovrà trasformarsi in una fredda macchina da guerra, pronta a combattere ed a vincere senza esitazioni.

Dalla sua parte Valentino avrà tutto il calore, l’affetto e il tifo dei suoi fan che in questi giorni sono stati al suo fianco senza se e senza ma, regalando a Rossi una nuova fiducia, tanto da convincerlo a gareggiare a Valencia, cosa che aveva messo in discussione dopo la gara di Sepang. Un’altra arma che avrà a disposizione Valentino sarà la stima di molti suoi colleghi piloti che magari lo agevoleranno nella difficile rimonta che lo attende. Infine, Rossi potrà contare anche su un importante precedente: nel 2012, Marc Marquez – a quel tempo impegnato nel Campionato di Moto2 – vinse a Valencia dopo essere partito dall’ultima posizione a causa di una penalità, concludendo nel migliore dei modi uno splendido campionato. A noi piace pensare che la storia sia ciclica, si ripeta di continuo, cambiando solo il nome dei suoi protagonisti.