Venerdi 9 Dicembre

Moto Gp: Jorge Lorenzo senza paura

LaPresse/Reuters

Jorge Lorenzo sembra non sentire la pressione, adesso ha la possibilità di vincere il campionato e ce la metterà tutta

Per Valentino Rossi le pressioni maggiori sono per Jorge Lorenzo, per lo spagnolo non e’ affatto cosi’. E’ vero che l’italiano ha 11 punti di vantaggio sul compagno di team e che mancano appena due gare, ma Lorenzo assicura: “non ho niente da perdere, non c’e’ nessuna pressione e nessuna paura, a Misano ho fatto un errore e mi stavo giocando il campionato, il Mondiale sembrava praticamente perso, adesso penso di poterlo vincere, resta complicato, ma nelle ultime gare abbiamo preso tanti punti, in Australia ho perso l’occasione di vincere e di dipendere da me stesso, ma abbiamo comunque ridotto il distacco. Abbiamo la possibilita’ di vincere il titolo, vedremo cosa succedera’“. In conferenza stampa Valentino Rossi ha praticamente detto che Marquez ha cercato di dare una mano a Lorenzo, che il suo obiettivo era quello di cercare di far guadagnare al connazionale piu’ punti possibili nei suoi confronti. La risposta di Lorenzo e’ pronta: “e’ vero, ho visto l’aiuto di Marquez soprattutto all’ultimo giro“, la battuta del pilota della Yamaha che si riferisce al sorpasso in extremis del connazionale. “E’ stata una gara bellissima da vedere – ha aggiunto Lorenzo –, abbiamo visto i migliori 4 piloti del momento che hanno lottato fino all’ultima curva, e’ stato davvero uno spettacolo, ho rivisto la gara due volte e ho visto che avrei potuto fare meglio in alcune curve“.Lorenzo spiega che quest’anno ha cambiato qualcosa nella sua preparazione fisica, un allenamento che gli consente di “evitare di arrivare impreparato atleticamente alla gara“, parla di un circuito, quello di Sepang “dove la Yamaha ha buone performance, forse non e’ la mia pista preferita, ma non e’ male come le statistiche dicono” e, infine spiega: “la concentrazione e’ il mio punto forte, se comincio bene riesco ad avere un passo costante, non so quale sara’ la strategia di gara, questo lo vedremo da domani in poi“. Dalla conferenza stampa ai microfoni di Sky Sport, Lorenzo ribadisce di non avvertire pressioni particolari: “abbiamo solo da vincere e non da perdere visto che il Mondiale sembrava gia’ perso. Possiamo arrivare all’ultima gara di Valencia con due piloti dello stesso team che si giocano il Mondiale, e’ veramente un campionato storico, come lo sono stati quelli di Formula 1 con le lotte Senna-Prost, sono orgoglioso di questa battaglia con Valentino“.