Sabato 10 Dicembre

Moto Gp, il papà di Rossi: “Vale certe cose non se le sogna”

Graziano Rossi torna a parlare dell’episodio di Sepang, difendendo il figlio e incolpando le autorità: dovevano intervenire prima

Da padre, ovviamente, sono tutto dalla parte di Valentino. Mio figlio il giovedi’ prima della gara ha fatto suonare un campanello d’allarme…Valentino certe cose non se le sogna e se esce allo scoperto in modo cosi’ chiaro non lo fa certo per amor di polemica, ma perchè vuole provocare un intervento delle autorita’. Che pero’ non c’e’ stato. La direzione di gara, di fronte a certe dichiarazioni, avrebbe dovuto convocare i due piloti e metterli sull’avviso. Bastava invitarli alla calma e chiedere che ognuno facesse la sua corsa senza intralciare la corsa dell’altro…Far capire che erano entrambi sotto osservazione e qualsiasi scorrettezza sarebbe stata punita con sanzioni pesanti. E invece non è successo niente. Hanno tutti preferito far finta di nulla“. Parola di Graziano Rossi, ex pilota, che rispondendo al settimanale Oggi, da domani in edicola dice: “per i piloti non esiste niente di più brutto di una caduta, nessuno cercherà mai di far cadere un altro e chi oggi accusa Valentino di aver fatto apposta non sa di cosa parla. Il prossimo appuntamento ora è a Valencia. E Valentino ci sarà“.