Domenica 4 Dicembre

Moto Gp: il medico Zasa aggiorna sulle condizioni di Alex De Angelis

Alex De Angelis sta meglio ma, una volta tornato in Italia, dovrà continuare a curarsi e fare riabilitazione

Alex De Angelis sta molto meglio, ha superato la fase critica, per alcuni giorni è stato in condizioni critiche, in prognosi riservata, fortunatamente abbiamo potuto sciogliere la prognosi assieme ai colleghi medici giapponesi, adesso deve recuperare e ci vorrà molto tempo, domenica rientra in Italia“. Lo ha detto Michele Zasa, responsabile Clinica Mobile ai microfoni di Sky, sulle condizioni del pilota italiano Alex De Angelis, che si è infortunato durante le FP4 del GP del Giappone (nella caduta ha riportato un forte trauma cranico con perdita di coscienza, e sviluppo di ematoma intracranico, contusioni polmonari multiple oltre alle fratture lievi di 6 vertebre senza interessamento spinale, frattura bilaterale di due costole, infrazione dello sterno e della scapola destra). “Per quello che so io e abbiamo potuto vedere in Giappone non dovrà subire interventi, avrà solo una lunga fase di recupero e riabilitazione, verosimilmente io ritengo due mesi e mezzo o tre e presumibilmente lo rivedremo in pista nei test invernali. Il suo morale è comunque alto“, ha aggiunto il medico.