Sabato 3 Dicembre

Monaco, l’allenatore Jardim: “El Shaarawy non è un leader, vi spiego perché…”

LaPresse/MAXPPP

L’allenatore del Monaco Jardim, pur apprezzando le qualità di El Shaaarawy, non lo ritiene ancora pronto per essere uno dei leader della sua squadra

Prima l’esplosione, poi il declino a tinte rossonere; in estate l’addio al Milan per trasferirsi in Francia, al Monaco, e primi piccoli segnali di ripresa intravedibili anche in Nazionale. Una carriera tra alti e bassi quella di Stephan El Shaarawy, in attesa della scintilla che ne faccia sbocciare una volta per tutte il grande talento. Dello stesso avviso l’allenatore del Monaco Jardim, che pur riconoscendo le qualità del Faraone non lo ritiene ancora un leader per la sua squadra: “Lui  è un giocatore giovane che cresce gradualmente, che negli ultimi due anni non ha mai giocato. Non è ancora al 100%, ma ci arriverà. Parlare però di leader dell’attacco, è esagerato: questa è una parola molto forte, che può essere utilizzata per Toulalan o Moutinho, ma non per un giovane come lui”. Altro esame per Stephan, questa volta di laurea. Perché solo i gol, per un talento come lui, non possono più bastare.