Giovedi 8 Dicembre

Match point Juventus, Max Allegri conferma: “se vinciamo è decisiva”

Daniele Badolato /Lapresse

La Juventus riceve allo Stadium la visita del Borussia Mönchengladbach, l’obiettivo è la vittoria per arrivare a nove punti e chiudere ogni discorso qualificazione

Sarà una partita complicata, ma se vinciamo può risultare una gara decisiva. Dobbiamo giocare come se fosse una partita secca“.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

E’ un Massimiliano Allegri che ha le idee chiare quello che si presenta nella conferenza stampa alla vigilia del match di Champions della Juventus contro il Borussia Monchengladbach: “loro fisicamente stanno bene, si sono ricompattati. Ma noi dobbiamo vincere per andare a nove punti, e poi c’è lo scontro diretto tra City e Siviglia. Bisogna giocare come se fosse una partita secca e fare di tutto per portarla a casa e evitare delle complicazioni per il passaggio del turno “. Allegri non ha sciolto ancora i dubbi di formazione anche se qualcosa fa già intendere: “di sicuro giocheranno Barzagli, Bonucci e Chiellini. Mandzukic sta bene e da lui ci aspettiamo molto ma purtroppo ha giocato poco per l’infortunio che ha avuto. Morata rispetto all’anno scorso è cresciuto molto, Zaza sta molto bene e lo ha dimostrato nella partita di domenica sera a Milano. Dybala è un giocatore che ha delle qualità straordinarie però credo vada lasciato crescere in modo sereno così come è successo l’anno scorso a Morata. I quattro davanti hanno giocato più o meno tutti, hanno la potenzialità per fare molti gol e da qui alla fine dell’anno riusciranno a farli“. Quando gli viene chiesto del perché ci sia una differenza così netta di risultati tra il campionato e la coppa, dice: “non so spiegarmelo, abbiamo lasciato punti per strada con Udinese, Frosinone e Chievo.

LaPresse

LaPresse

Con il Borussia non dovremo fare lo stesso errore, perché vorrebbe dire che non siamo maturi da considerarci una grande squadra“. Sul campionato invece è ottimista: “contro l’Inter abbiamo giocato bene, è stata una bella iniezione di fiducia. Nel secondo tempo abbiamo dimostrato di essere sulla strada giusta, dobbiamo solo migliorare negli ultimi 30 metri“. Battute finali sul momento difficile di Paul Pogba: “nel primo tempo contro l’Inter non ha giocato bene, nella ripresa invece si. Ma questo non è un problema. Deve iniziare a fare le cose semplici, da lui pretendo molto“.