Martedi 6 Dicembre

Marek Hamsik sogna lo scudetto insieme ai tifosi del Napoli

LaPresse/TanoPress

Marekiaro Hamsik pronuncia la parola “scudetto” e i tifosi sognano

Dopo il biennio a tratti buio sotto la gestione di Rafa Benitez, Marek Hamsik è il giocatore che maggiormente è cambiato, in positivo, con l’arrivo a Napoli di Maurizio Sarri: una posizione più arretrata ma un’incisività sui match a tratti dirompente. Il cambiamento in campo c’è stato: adesso Hamsik può giocare sempre guardando dritta in faccia la porta avversaria ma anche il rapporto con l’allenatore è decisamente un’altra cosa.

LaPresse/Francesca Soli

LaPresse/Francesca Soli

Sembrano lontanissimi i fischi del San Paolo che solo un anno fa si permetteva di criticare le prestazioni ritenute non all’altezza del suo capitano, un giocatore che invece ha sempre dimostrato lealtà alla propria squadra e resistendo alle tentazioni dei top club, nonostante il feeling con l’allenatore spagnolo ora al Real Madrid non fosse mai del tutto sbocciato.

Adesso che le cose sono tornate a sorridere, diventa lecito sognare: contro la Fiorentina Marek Hamsik ha toccato la quota di 366 partite con la squadra partenopea (92 invece le reti segnate), in quarta posizione nella classifica all time dei più presenti in azzurro. E poi quel messaggio che carica la piazza e rende tutto più bello all’insegna dell’entusiasmo: “Se la gente sogna lo scudetto, non saremo noi a impedirlo”. Boom, ecco la bomba: quella parola quasi tabù che non si può nominare, arriva dritta dalla bocca del suo capitano, guerriero in campo nuovamente amato dal suo pubblico. E che allora sogno sia.