Venerdi 9 Dicembre

Lo scandalo delle emissioni truccate si allarga anche alle auto ibride

Nuove e pesanti accuse provenienti dagli Stati Uniti puntano il dito sulle emissioni truccate delle vetture ibride e ibride plug-in

Lo scandalo delle emissioni truccate che ha travolto la Volkswagen si allarga anche alle auto ibride e alle ibride plug-in. l’ente americano IccT (International Council of Clean Transportation) che ha scoperto la truffa dei software truccati della Casa tedesca per falsificare i dati sulle emissioni nocive ha scoperto che anche le auto a trazione ibrida dichiarano dati su emissioni e consumi differenti da quelli reali.volkswagen tiguan gte (5)

l’ente fa l’esempio della Mitsubishi Outlander PHEV, tra le vettura ibrida plug-in più diffuse in Europa, ma parla anche di dati alterati da BMW e Audi (con consumi dichiarati in media del 30% inferiori al reale), Mercedes (26%), Fiat (24%), Peugeot-Citroen ( 16%) e Toyota (15%). Con il passare degli anni i Costruttori hanno dichiarato dati sempre meno conformi a quelli reali: nel 2001 lo scostamento medio era del 10%, nel 2011 è diventato del 25%. Il divario si è allargato soprattutto tra il 2007 e il 2008, anno in cui l’UE ha introdotto obiettivi vincolanti per ridurre le emissioni del parco auto e in cui diversi paesi sono passati a sistemi di tassazione basato sulla CO2 rilasciata per km percorso.