Domenica 11 Dicembre

Livorno, il mea culpa di Ceccherini: “Ho mancato di rispetto a tutti, giusto punirmi”

LaPresse/Massimo Paolone

Dopo lo spiacevole episodio che lo ha visto protagonista, il difensore del Livorno Federico Ceccherini ammette l’errore e dichiara: “sono stato davvero male in questi giorni”

Un battibecco con un compagno di squadra durante la rifinitura, toni che si accendono e Federico Ceccherini che lascia anzitempo e senza autorizzazione la seduta di allenamento. Un gesto che al difensore classe 1992 del Livorno è costato l’esclusione dalla trasferta di Crotone e il pubblico rimprovero di Panucci. A tornare sull’episodio, scusandosi per quanto accaduto, è stato lo stesso Ceccherini in conferenza stampa: “In questi due giorni sono stato molto male e non ho fatto altro che pensare all’errore che ho fatto. E’ stato giusto punirmi perché nell’allenamento di giovedì scorso ho mancato di rispetto ai compagni, al mister, alla società ed a tutti gli sportivi. 

LaPresse/Francesca Soli

LaPresse/Francesca Soli

Dopo un normale diverbio di gioco con un compagno ho lasciato l’allenamento. Ho avuto un comportamento sbagliato e me ne sono subito pentito, non sono stato maturo. Forse ho accumulato un po’ di tensione per alcune vicende che mi hanno toccato. Sin dal ritiro mi sono impegnato molto e il mister mi ha aiutato a capire alcune cose. L’errore commesso mi pesa ancora di più alla luce di questo e del fatto che ci sono dei compagni che non giocano che si comportano sempre benissimo. Ripeto, ho sbagliato ed è stato giustissimo escludermi per punizione dalla trasferta di Crotone”. Adesso, per Ceccherini e il Livorno, necessario voltare immediatamente pagina.