Lunedi 5 Dicembre

L’atletica azzurra vuole Federica Pellegrini come portabandiera a Rio 2016

LaPresse/ Fabio Ferrari

Quasi unanime il parere dei protagonisti dell’atletica azzurra su chi vorrebbero come portabandiera a Rio 2016

E’ quasi un coro unanime quello che si alza dall’atletica azzurra: ma si’, alla fine Federica Pellegrini merita il prestigioso ruolo di portabandiera della spedizione italiana ai Giochi Olimpici di Rio 2016. Dei distinguo ovviamente non mancano tra gli azzurri in raduno a Fiuggi (Fr) per programmare un ricco 2016, tra Europei ed Olimpiadi.

LaPresse/Federico Ferrramola

LaPresse/Federico Ferrramola

Come Anna Incerti, 35enne palermitana che fu oro nella maratona agli Eurppei del 2010: “Lo ammetto, sono di parte, ma io candiderei Vizzoni, e’ un veterano e tutti lo conoscono. La Pellegrini e’ una ragazza simpatica ma non mi e’ piaciuta a Londra, quando rifiuto’ di fare la portabandiera: se qualcuno vuole darti un incarico cosi’ prestigioso, significa che crede in te. Li’ pero’ c’era una medaglia in palio, e chi e’ in corsa per il podio olimpico non ci pensa“. “Ma noi dell’atletica cosa abbiamo fatto per meritare il portabandiera a Rio? – si domanda Federica Del Buono, 20enne mezzofondista vicentina dal futuro roseo – La nostra disciplina non sta vivendo un bel momento, farei una figuraccia nel dire che meriteremmo un nostro portabandiera. La Pellegrini invece ha vinto medaglie a Kazan ed ha una carriera importante alle spalle: sono d’accordo sulla sua candidatura“. Sulla stessa falsariga un veterano della maratona come Ruggero Pertile, 41enne di Camposampiero: “La Pellegrini ha portato in alto in colori azzurri, e’ giusto cosi’. E negli ultimi anni e’ stata l’atleta che ha fatto di piu’“.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Un via libera alla fuoriclasse veneta del nuoto arriva anche dal 26enne altista torinese Marco Fassinotti: “La Pellegrini va bene, e’ anche l’atleta preferita di mia nonna…“. “A volte e’ anche criticata – riflette un’altra altista di grandi prospettive come la 22enne pordenonese Alessia Trost – ma assieme alle altre cose, e’ anche un’atleta, a 360 gradi“. “La bandiera italiana e’ d’alluminio, leggera, puo’ farcela anche lei… – scherza il capitano azzurro, il 41enne martellista di Pietrasanta Nicola Vizzoni, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Sydney 2000 e agli Europei di Barcellona 2010 – E’ un onore fare il portabandiera e se mi venisse proposto sarebbe fantastico, pero’ davanti a me ci sono campioni che hanno vinto anche piu’ medaglie, come la Pellegrini. Se lo merita, cosi’ come lo meritava nel 2012…“. “Al di la’ dei gossip, ha una bella immagine e poi e’ una donna. E io sono sempre per le donne – conclude il 39enne triplista di Latina Fabrizio Donato, bronzo olimpico a Londra 2012 e oro europeo outdoor a Helsinki 2012 e indoor a Torino 2009 – E’ una bella ragazza ed una campionessa, quindi va bene cosi’“.