Domenica 4 Dicembre

Kung Fu Shaolin, quando l’arte marziale diventa poesia [FOTO]

Gli spettacolari allenamenti dei monaci Shaolin fotografati da Tomasz Gudzowaty. Meditazione, forza e potenza tutte immortalate dall’obiettivo

Equilibrio, forza di volontà, corpi perfetti e un pizzico di follia. L’allenamento dei monaci Shaolin è un concentrato di questi fattori, un connubio che unisce l’anima e il corpo in un’idiosincrasia difficilmente descrivibile dall’esterno.

monaco shaolin4 Il Kung Fu Shaolin viene considerato come lo stile più antico esistente al mondo, evolutosi nel corso degli ultimi 1500 anni fino a comprendere anche l’utilizzo delle armi. Tutt’oggi esso sembra aver raggiunto un grado di perfezione difficilmente raggiungibile da tutte le altre arti marziali. Le spettacolari tecniche di allenamento di questi fantastici monaci sono state studiate e analizzate da un fotografo, tale Tomasz Gudzowaty, che, vivendo per un mese a stretto contatto con loro, è riuscito ad immortalare nelle sue fotografie i momenti più impressionanti, e delicati al tempo stesso, vissuti dai monaci. Immagini che esprimono, anche solo visivamente, la forza e la potenza sprigionate da queste persone anche nel momento in cui meditano o sono in bilico su zone scoscese di una montagna. Un viaggio emozionante dentro un mondo ampiamente inesplorato, immagini che lasciano senza fiato e sottolineano uno stile di vita, quello dei monaci Shaolin secondo cui ciò che il corpo sopporta ti dà la misura della forza dell’ anima e della mente.