Giovedi 8 Dicembre

Inter, Mancini attacca gli arbitri: “troppe espulsioni, non giochiamo a basket”

LaPresse/Francesca Soli

Felice per il primato ma abbastanza arrabbiato per il primo tempo della sua squadra e per la direzione arbitrale, Mancini nel post gara: “poco cattivi, bisogna migliorare l’intensità iniziale”

Fatica, tre punti e primato: potrebbe essere sintetizzata così la serata dell’Inter. La vittoria sul Bologna,  in dieci uomini, regala a Mancini una notte da primo in classifica ma l’allenatore nerazzurro appare abbastanza innervosito nei commenti post gara: “L’Inter è stata poco cattiva, abbiamo lasciato troppi spazi. Non c’era intensità – ha dichiarato Mancini ai microfoni di Mediaset Premiumnella ripresa è andata meglio dobbiamo però migliorare anche l’intensità in avvio”.

Mancini torna poi a parlare dell’espulsione sua e, soprattutto, di Felipe Melo:Non si può mandare un calciatore fuori in questo modo. Il calcio è un gioco di contatto, è la terza gara che giochiamo in dieci. Credo che in due occasioni le espulsioni non ci fossero. Non si può continuare ad ammonire, in Inghilterra non ammoniscono mai i arbitri stanno ammonendo ed espellendo troppo, il calcio si gioca in undici contro undici. Non si può ammonire, esiste il fallo. Non stiamo giocando a basket”.

La mia espulsione? – prosegue Mancini – ho solo protestato, ma è il gioco del calcio”. Infine, un sorriso per il gol ritrovato da Icardi: “Certamente, sono felice per Mauro. Ci fa piacere, sono stati bravi anche Brozovic e Ljajic che hanno confezionato l’azione del gol”.