Domenica 4 Dicembre

I guai per Cellino non finiscono mai: adesso i tifosi del Leeds vogliono il suo addio

PA/LaPresse

L’esperienza in Premier League si sta rivelando difficile per Cellino

I guai per Massimo Cellino sembrano non finire mai: l’ex presidente del Cagliari sta vivendo un’esperienza inglese del tutto surreale, alla guida di un Leeds che arriva nei notiziari sportivi più per l’intemperanze del suo presidente che per i risultati ottenuti sul campo.

Fresco di squalifica dalla Championship (seconda serie inglese) per i suoi guai col fisco italiano, Cellino dopo aver esonerato il suo quinto allenatore adesso si trova a confrontarsi con il malumore del supporter trust, pacchetto che lo vuole fuori dalla società. Cellino avrebbe tempo fino al 28 ottobre per fare appello contro la squalifica ma questa grana societaria potrebbe distrarlo da tale proposito.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Il Supporter Trust è una figura giuridicamente riconosciuta, no-profit, puramente anglosassone e costituita da tifosi che si ritrovano in associazioni o cooperative con lo scopo di instaurare un dialogo con il club di riferimento e poter dire la propria opinione influenzando in misura ovviamente relativa le decisione delle alte sfere del club. Lo scopo infatti è quello di portare ai piani alti gli interessi dei tifosi, come se si trattasse di un rappresentante, di un delegato o di un portavoce per poter effettuare un controllo sugli aspetti della gestione del club senza interferire sugli aspetti tecnici (scelta di giocatori, allenatore e staff).

Cellino possiede il 75% delle quote del club inglese ma adesso i tifosi hanno formalmente chiesto che lui venda il suo pacchetto di maggioranza: il club ha bisogno di stabilità, quella che Cellino con le sue continue peripezie non sta offrendo a quelli che dovrebbero essere i suoi supporters. Si stancherà di quest’accoglienza l’ex presidente del Cagliari?