Mercoledi 7 Dicembre

Golf, il presidente Chimenti sogna la Ryder Cup 2022: “organizzarla sarebbe il massimo”

Il numero 1 della Federgolf sottolinea la candidatura dell’Italia ad ospitare l’importante manifestazione golfistica che si tiene ogni due anni e vede affrontarsi Stati Uniti ed Europa

Noi siamo in gara anche quando nessuno ci dava una possibilità. Noi non temiamo nessuna rivale e ce la giocheremo fino alla fine. Se dovessimo perdere, perderemmo sul filo di lana e sarebbe un peccato“. Il presidente della Federgolf, Franco Chimenti, è ottimista sulle possibilità di Roma di ospitare la Ryder Cup 2022, l’importante evento golfistico che vede sfidarsi ogni due anni gli Stati Uniti e l’Europa.

chimenti Oltre all’Italia sono in corsa Spagna, Germania e Austria, con la decisione finale che arriverà il prossimo 8 dicembre a Wentworth. “Siamo orgogliosi di avere dalla nostra parte il Governo e il presidente del Consiglio Matteo Renzi che si è esposto in prima persona e sicuramente sarà una freccia in più al nostro arco, visto che gli altri Governi non hanno fatto altrettanto. sottolinea il numero uno del golf italiano. “A novembre ci sarà l’ultima ispezione della commissione sul percorso del ‘Marco Simone’ che abbiamo scelto per l’evento e poi non ci sarà che incrociare le dita e aspettare l’8 dicembre. I rivali sono forti e sulla carta la Germania è quella più pericolosa ma non si possono sottovalutare né l’Austria né la Spagna. La Ryder Cup è uno degli eventi sportivi più seguiti al mondo. E’ previsto per il Paese ospitante un indotto di almeno 600 milioni di euro in soli tre giorni di gare, sarebbe un grande colpo per il nostro Paese, se riuscissimo ad organizzarlo, anche sotto il profilo economico“, conclude Chimenti.