Venerdi 9 Dicembre

Golf, il British Masters è nelle mani di Matthew Fitzpatrick

Il golfista britannico guida la classifica generale seguito a un colpo di distanza da Lee Slattery. Male gli italiani, solo Crespi si salva con un ottimo 27° posto

Tonico inizio di Marco Crespi, 27° con 69 (-2) colpi nel British Masters, evento in calendario nell’European Tour iniziato sul tracciato del Woburn Golf Club (par 71), a Woburn in Inghilterra.

LaPresse

LaPresse

A metà classifica Francesco Molinari, 56° con 71 (par), e più indietro Matteo Manassero, 91° con 73 (+2). E’ in vetta con 64 (-7) colpi Matthew Fitzpatrick, 21enne speranza inglese di Sheffield che comunque è già andato vicino alla vittoria anche se non l’ha ancora raggiunta. Precede di misura il connazionale Lee Slattery, lo scozzese Marc Warren, il danese Soren Kjeldsen e lo svedese Robert Karlsson (65, -6), mentre sono a due colpi gli irlandesi Padraig Harrington e Shane Lowry, l’australiano Marcus Fraser, il francese Romain Wattel, il gallese Bradley Dredge e lo svedese Mikael Lundberg. Al 12° posto con 67 (-7) l’inglese Luke Donald e il thailandese Kiradech Aphibarnrat, al 18° con 68 (-3) l’inglese Ian Poulter, al 42° con 70 (-1) il nordirlandese Graeme McDowell.

matteo manassero1 Affiancano Molinari, lo spagnolo Pablo Larrazabal e il coreano Y.E. Yang e sono in 72ª posizione con 72 (+1) l’iberico Miguel Angel Jimenez e il coreano Byeong Hun An. Fitzpatrick, nel 2013 vincitore del prestigioso US Amateur, un major per dilettati, ha realizzato un eagle e sei birdie a fronte di un bogey. Crespi, che ha bisogno di un buon risultato per evitare la Qualifying School a fine stagione, ha messo insieme tre birdie e un bogey. Molinari ha segnato quattro birdie, due bogey e un doppio bogey e Manassero tre birdie e cinque bogey. Il montepremi è di 4.080.000 euro.