Mercoledi 7 Dicembre

Giro d’Italia: le prime impressioni dei ciclisti, ecco cosa pensano Nibali, Contador e Valverde

LaPresse/Belen Sivori

Quali saranno le prime impressioni dei ciclisti dopo la presentazione ufficiale del prossimo Giro d’Italia?

E’ stato presentato oggi ad Expo Milano 2015 la 99esima edizione del Giro d’Italia. Un giro che partirà dall’Olanda e si concluderà a Torino. Un giro che percorre quasi tutta l’Italia e che vede il ritorno in Calabria dopo 11 anni. Alla presentazione era presente anche Vincenzo Nibali, fresco vincitore del Giro di Lombardia, che ha dichiarato: “Tappa molto intensa quella delle Dolomiti. Sono salite tutte impegnative sui passi. In finale farà la differenza per chi ha più energie. Può essere una tappa in cui si può guadagnare qualche secondo o qualche minuto o in cui si può perdere”. Il corridore dell’Astana fa riferimento alla 14esima tappa, il 21 maggio, con arrivo a Corvara. Mentre il suo collega Alejandro Valverde ha detto: “nelle tappe 19 e 20 si deciderà il Giro d’Italia per quei tre quattro corridori con le maggiori forze. La difficoltà è data dalla quota. Se ci dovessero essere delle condizioni meteo avverse a Risoul, in Francia, si può decidere la corsa”. Valverde è appoggiato da Alberto Contador:”Non c’è una tappa-chiave. E’ un giro equilibrato: devi essere al massimo in tutte le settimane. Probabilmente Risoul, in Francia, diventerà decisiva, come ha detto Alejandro Valverde” ha dichiarato durante la presentazione.