Giovedi 8 Dicembre

Gay nel calcio? Henry prova a sfatare il tabù: “non esiste problema”

Action Press

L’ex fuoriclasse di Juventus, Arsenal e Barcellona affronta il tema dell’omosessualità nel calcio: “non devono interessare i gusti sessuali dei colleghi. Ogni è libero di fare ciò che vuole”

Un tabù da sfatare, in un contesto ancora più delicato come può essere quello del mondo del calcio. La presenza di giocatori gay in uno spogliatoio? Nessun problema stando a quanto affermato da Thierry Henry. L’ex stella di Juventus, Arsenal e Barcellona ha affrontato così l’argomento ai microfoni di ‘Sky News’: “Noi ormai viviamo in un mondo diverso dal passato e soprattutto in un’epoca diversa. Le persone devono cominciare ad accettarlo prima o poi. Se un mio compagno di squadra fosse omosessuale, per me non ci sarebbe alcun problema. Il calcio è il nostro lavoro, a me non interessa sapere i gusti sessuali dei miei colleghi. Ognuno è libero di fare quello che vuole e che crede”. Campione in campo ma anche fuori, sempre in prima fila nelle battaglie sociali: Thierry Henry, un modello da seguire.