Venerdi 9 Dicembre

Frick dice addio al Liechtenstein, finisce una storia d’amore lunga 22 anni

Contro l’Austria l’ultima gara in Nazionale per Mario Frick, il quale detiene il record di gol segnati con la maglia della propria nazione

Mario Frick lascia il calcio internazionale dopo più di vent’anni di carriera. Cittadino svizzero, ma con cittadinanza onoraria del Liechtenstein, è entrato di diritto nella top tre dei giocatori con più anni passati in nazionale, quasi 22 anni.

Lapresse/Reuters

Lapresse/Reuters

Con la fascia di capitano, ieri ha giocato contro l’Austria l’ultima sua partita in campo internazionale, uscendo dallo stadio tra gli applausi dell’intero stadio. Frick che per allungare la sua carriera ha iniziato da attaccante per poi finire a 41 anni a giocare da difensore centrale con la sua nazionale, ma sempre con la sua maglia numero dieci sulle spalle. Dalla sua prima convocazione in nazionale nel 1993, nell’amichevole contro l’Estonia, ha ottenuto 125 presenze e con 16 gol detiene il record di gol segnati. In Liechtenstein è stato una vera e propria icona per aver fatto conoscere il suo paese in Europa. Vecchia conoscenza anche del calcio italiano: prima a Verona, dove nel 2001/2002 ha giocato 24 partite segnando 7 gol, dopo è sceso in Serie B con la Ternana, con la quale in quattro anni ha siglato 47 reti, tra campionato e coppa Italia, diventando lo straniero più prolifico di sempre nella storia del club. Ultima esperienza nel nostro paese a Siena, dove in tre anni dal 2006 al 2009 ha messo assieme 87 presenze e 13 gol. Attualmente gioca con i Balzers, squadra del Liechtenstein iscritta alla quarta divisione elvetica.