Mercoledi 7 Dicembre

Formula 1, si va verso un clamoroso cambio di proprietà

LaPresse/Photo4

Un consorzio americano-qatariota guidato dal magnate Stephen Ross avrebbe già raggiunto un accordo con la Cvc per acquistare il 35,5% del campionato automobilistico

Da qui ad un mese si potrebbe assistere ad un cambio di proprietà sulla Formula 1: secondo il Financial Times un consorzio americano e qatariota, guidato dal magnate Stephen Ross, il proprietario della squadra di Football dei Miami Dolphins, ha raggiunto le fasi finali di una trattativa con il fondo di private equity Cvc, che detiene il 35,5 per cento del campionato automobilistico.

Stephen-RossHanno stretto le mani” su un possibile accordo, hanno riferito fonti anonime citate dal quotidiano. Questa sorta di intesa preliminare, sulla quale non vi sono riscontri ufficiali, valorizzerebbe la Formula 1 circa 8,5 miliardi di dollari totali, che per la metà sarebbero debiti. Tuttavia la chiusura dell’operazione, che potrebbe avvenire nell’arco di 30 giorni, non è scontata dopo che già in passato sono falliti altri tentativi di Cvc, sia di alienare il campionato sia di quotare la Formula 1 in Borsa. La cordata di Ross ha appena iniziato la due diligence, l’analisi approfondita delle attività, e dovrebbe reperire altri finanziamenti per effettuare l’acquisizione. Il magnate americano vorrebbe portare il campionato automobilistico anche negli Usa (cosa che è stata tentata in passato) e in Cina.