Venerdi 9 Dicembre

Fioretto, Coppa Del Mondo: Giorgio Avola ad un passo dal podio

Giorgio Avola non riesce a continuare il suo percorso verso il podio nella Coppa del Mondo di fioretto

E’ Giorgio Avola il migliore degli azzurri nella prova individuale di Coppa del Mondo di fioretto maschile, svoltasi a San Josè in California che ha dato il via alla stagione internazionale che condurrà sino ai Giochi Olimpici di Rio 2016. L’atleta italiano si è infatti fermato ai piedi del podio, uscendo sconfitto con il punteggio di 15-13, dall’assalto dei quarti di finale contro il francese Jeremy Cadot che, a sua volta, in semifinale è stato eliminato per 15-6 dal 23enne russo Timur Safin, poi vincitore della gara. A fermarsi agli ottavi insieme ad Andrea Baldini battuto proprio dal compagno Avola, erano stati anche Alessandro Paroli, eliminato per 15-12 dal russo Alexey Cheremisinov, ed Alessio Foconi, sconfitto 15-11 dal sorprendente algerino Roman Djitli, reduce da una settimana di ritiro collegiale insieme alla Nazionale azzurra. Erano stati sconfitti invece nel turno dei 32 gli altri due azzurri, Daniele Garozzo ed Edoardo Luperi. Stop nel primo assalto di giornata invece per Valerio Apromonte, sconfitto 15-14 dallo statunitense e numero 1 del tabellone, Race Imboden, ed anche per Damiano Rosatelli, fermatosi sul 15-14 contro il sudcoreano Hyogon Kim, così come Lorenzo Nista e Tommaso Lari, sconfitti rispettivamente per 15-6 dall’altro sudcoreano Kwanghyun Lee e, per 15-5, dal giapponese Matsuyama. Erano usciti di scena nella fase preliminare invece Luca Simoncelli e Tobia Biondo. Questa domenica, la tre-giorni californiana si concluderà con l’appuntamento più atteso: la gara a squadre di fioretto maschile che vede in palio punti preziosi ai fini della qualificazione ai Giochi di Rio 2016. La formazione scelta dal Ct Andrea Cipressa e comunicata ai tecnici Fabio Galli ed Eugenio Migliore che seguono gli azzurri sulle pedane statunitensi, è quella composta da Andrea Baldini, Daniele Garozzo, Giorgio Avola ed Edoardo Luperi. Quest’ultimo sostituisce, nel quartetto vincitore del titolo iridato tre mesi fa ai Mondiali di Mosca, Andrea Cassarà rimasto in Italia per via di un problema tendineo al gomito del braccio armato.