Giovedi 8 Dicembre

F1, Rosberg vuole riscattare l’errore di Austin: “in Messico vinco io”

LaPresse

Nessuno dei piloti in attività ha mai corso su questo tracciato ma Rosberg ha un asso nella manica: “chiederò consigli a mio padre, gareggiò qui negli anni ’80”

La delusione del Gp di Austin è alle spalle, Nico Rosberg pensa già al prossimo appuntamento messicano per riscattare l’errore che, di fatto, ha consegnato al compagno di squadra Lewis Hamilton gara e titolo Mondiale.

LaPresse

LaPresse

In Messico però sarà tutta un’altra storia, parola del tedesco: “la lotta per il titolo è finita, ma ho davanti ancora tre gare per spingere al massimo e rifarmi delle recenti delusioni. La prima chance arriva domenica”. Sarà un circuito nuovo per tutti, infatti non si corre su questo tracciato dal lontano 1993. Rosberg però potrebbe chiedere informazioni ad una persona speciale: “mio padre ha gareggiato qui negli anni ’80, potrei chiedere consiglio a lui, ma non so se è una scelta azzeccata, il circuito e le macchine sono cambiati tantissimo da allora. È una grande sfida, io mi sono allenato al simulatore per arrivare al massimo, anche se un po’ per tutti sarà come partire da zero”.